Il respiro della terra

Voglio abitare nel tuo sguardo
nel fremito di piacere
che ti scuote
come pianta che geme al vento
luccicante di ombre inquiete.
Voglio essere
come terra arsa di collina
desiderosa di pioggia
o come zolla assetata
che si spalanca in attesa.
Voglio confonderti
con gli odori della boscaglia,
baciarti con foglie macere di pioppo,
raggiungerti nelle lamelle opache
dei funghi nascosti
e innalzare alla luna
quanto di oscuro e segreto nascondi.
Voglio rubare il respiro della terra,
per te,
e fartene dono.