Accadrà

Sorda la campana
al vento crocchiante,
improvviso
l’avvampante silenzio.

Il vegliardo dormire
addolcisce il respiro
dove il nulla può accadere
dove placa la furia di ricominciare.

Scivola il fiele della vita
sull’onda del mare
tra i sorrisi in schiuma
e i sussurri in petricore.

Canta nell’aria aprica
la giovinezza primaverile
sollevando l’àncora
ancora per un istante d’alba.

Se amerai nuovamente
accadrà
che qualche piuma brillerà
tra i calici di stelle.