Cuore di sabbia

Scava l’amore
nel mio cuore di sabbia,
manipola
caparbio
i miei friabili contorni.

Senza volerlo
mi arrendo al mare,
mi esalto,
nell’intento sempre vano
di accogliere l’immenso
in una pozza.

E sento in me un anelito
crescente
di spaziare
di cedere ogni forma
di diventare, io stessa,
vastità.

Della mia sabbia compatta
un solo labile ricordo
un impasto
casuale
di flutti.