L’onde si rincorrono

Si rincorrono,
l’onde si rincorrono.
Come fratelli felici
che giocano
al calar della sera.
Le mie orme depositano
sottili trame sulla sabbia.
Scompaiono, riappaiono,
son perdute.
Perché non odi la mia voce?
Perché nel crepuscolo non senti
il battito delle mie parole?
Svanisce nel vento il mio sentimento
e io rimango qui ad aspettarti,
solo tra le onde
ai lembi del nero mare infinito.